G. Carducci 20, 52210 Rovinj-Rovigno - Tel.: +385/52/813-277 - E-mail: smsir@pu.t-com.hr

Lunedì, 26 Settembre 2022 08:58

Serata letteraria dedicata a Ligio Zanini

Il 15 settembre 2022, gli alunni della Scuola media superiore italiana di Rovigno, accompagnati dalla preside Ines Venier e dai professori Larisa Degobbis, Sandro Manzin e Dea Lordanić hanno partecipato alla serata letteraria organizzata e dedicata alla memoria dell’intellettuale e poeta Ligio Zanini. La serata ha avuto luogo nella Sala grande della Comunità degli Italiani “Pino Budicin” di Rovigno. Approssimandosi il XXX anniversario della morte dello Zanini (1993-2023), è stato ideato un progetto scolastico con lo scopo di ricordarlo, studiarlo e valorizzarlo. La partecipazione all’evento in ambito comunitario è una delle attività previste dal progetto.

La prima parte della serata comprendeva la presentazione di Ezio Giuricin e la lettura dei passi più celebri interpretati da Tullio Svettini dell’unico romanzo scritto dallo Zanini – “Martin Muma”. Il celebre autore rovignese è universalmente riconosciuto come il massimo poeta di lingua istriota, pur essendo il suo romanzo scritto in italiano. La seconda parte, invece, è stata dedicata a Gianclaudio de Angelini, recentemente scomparso e residente a Roma. Donatella Schurzel, con un emozionante insieme di ricordi, Tullio Svettini e Alessio Giuricin con le coinvolgenti interpretazioni delle poesie di de Angelini, hanno reso omaggio al connazionale. Il tutto è stato accompagnato da Giulio Benedetto Uggeri Michelini con un delicato sottofondo musicale.

Ero bambino ancora, quando mio padre, che aveva un trabaccolo, mi portò a Rovigno. Poi da Orsera, dove spesse volte sono ritornato sempre col trabaccolo di mio padre, per cercare vino, vedevo la tua Sant’Eufemia profilarsi sull’orizzonte di mezzodì. Negli ultimi anni sono stato a Rovigno penso due volte e l’ho trovata un regno degno dell’epopea omerica. È incredibile quanto di Grecia ci sia in quel tuo luogo natale. Io capisco molto bene coloro che non l’hanno potuta abbandonare e capisco che il vostro linguaggio nessun altro in Istria lo parli, perché si tratta veramente di un mondo a sé stante, isolato, lontano da tutti gli altri. E tu sei il cantore di questo mondo assorto in una lontananza che io penso nessuno possa superare.” (citazione tratta da una lettera scritta da Biagio Marin a Ligio Zanini nel 1980)

Giulio Benedetto Uggeri Michelini, IV liceo generale

 

Naša web stranica koristi kolačiće (tzv. COOKIES) za pružanje boljeg korisničkog iskustva i funkcionalnosti, analize korištenja naše web stranice, radi pružanja prilagođenog sadržaja i oglasa, te kako bi Vam pružili sadržaj trećih strana s kojima imamo odnos. Klikom na "Prihvaćam" pristajete na korištenje kolačića. Sve o korištenju i reguliranju kolačića možete pronaći na poveznici.